COME GESTIRE I CAPELLI RICCI D’ESTATE

Durante l’estate i capelli sono maggiormente soggetti a stress per via della prolungata esposizione al sole, ed in alcuni casi della salsedine e dei frequenti lavaggi. Specialmente nel caso in cui si abbia a che fare con capelli ricci che sono sempre problematici, è bene quindi adottare rimedi efficaci che li rendano morbidi in qualsiasi occasione. Il procedimento dovrebbe partire dalla stagione prima, perché non si puo pretendere che un capello maltrattato in inverno rifiorisca in estate, ma c’è sempre speranza. Vediamo quindi come fare per curare e avere ricci sempre perfetti anche durante l’estate, ricorrendo solo a prodotti scelti con attenzione e privi di agenti chimici nocivi.

Occorrente

  • Phon a freddo
  • Creme ristrutturanti
  • Panni in microfibra

Scegliere un look pratico

Che siano corti o lunghi, l’importante è avere ricci forti e sani. Prima dell’arrivo della stagione estiva è consigliabile recarsi dal proprio parrucchiere di fiducia e chiedere consiglio sul taglio più adatto ai mesi che stanno per arrivare.

Fondamentale è che si scelga un look pratico, che non necessiti dell’utilizzo prolungato del phon e che sia facile da ricreare anche a casa senza dover per forza ricorrere a prodotti come spray, gel, fissanti, lacche e schiume.

Se non avete intenzione di tagliare i vostri capelli, provvedete almeno ad eliminare le doppie punte.

In questo modo, farete sì che la vostra chioma cresca ancora più rafforzata e avrete la possibilità di sfoggiare ricci definiti, non sfibrati e compatti. Nei mesi che precedono l’estate potete anche  fare alcuni trattamenti per rafforzare la struttura delle squame dei capelli, in modo tale da prepararli alla stagione calda.

 

Usare prodotti naturali

Acquistate prodotti o adottate rimedi naturali. Lo styling è importante, ma altrettanto essenziale è fare in modo che balsamo, shampoo e creme varie siano in grado di mantenere i vostri capelli in perfetta salute.

Poiché in estate può essere necessario, per evidenti ragioni di igiene e pulizia personale, lavare i capelli anche tutti i giorni, comprate prodotti che non contengono siliconi e leggete attentamente le indicazioni riportate sulle confezioni.

Quando possibile, preparate impacchi e composti ottenuti con ingredienti naturali al 100%. Anche per la tintura usate impacchi vegetali, evitando quelli a base di ammoniaca, perché seccano il capello, lo rendono facile alle rotture e alla formazione dei nodi, e soprattutto lo espongono ai problemi legati alla polvere, che con la stagione secca non sono da trascurare affatto.

Asciugare a freddo

Il calore è nemico dei vostri ricci perché rovina le squame superficiali. Diminuite più che potete l’uso dell’asciugacapelli e, se proprio non potete fare a meno di usare il phon, applicate all’apparecchio un diffusore. Questo accessorio è indispensabile proprio nel caso dei capelli ricci, in quanto permette al calore di distribuirsi in maniera uniforme, evitando l’odiato effetto crespo. In ogni caso, mantenete una temperatura di asciugatura bassa. Otterrete un’acconciatura più naturale e la vostra capigliatura apparirà soffice e morbida. Con la bella stagione il caldo vi farà asciugare i capelli in maniera naturale, e per il phon è l’aria che rimuove l’umidità e non il calore.

Asciugare a mano

Il metodo alternativo al phon, altamente consigliato in estate per chi ha i capelli ricci, consiste nel tamponare la chioma senza la necessità di asciugare con il calore diretto. Procuratevi un asciugamano in microfibra, tessuto particolarmente indicato perché, a differenza dei panni in spugna, non elettrizza i capelli.

Stendete l’asciugamano e usatela per avvolgere i capelli bagnati. Fermate il panno con una pinza e fate asciugare per circa trenta minuti.

Se i capelli dovessero risultare elettrizzati, nonostante tutti gli accorgimenti, applicate un prodotto anti crespo. È anche l’occasione per provare bigodini particolari per domare un po’ i capelli.

All’aria aperta i capelli in estate asciugano poi in pochi minuti con buoni risultati, se sono sani.

Provare il co-washing

Per nutrire e non stressare i vostri ricci, provate il co-washing, un metodo ultimamente molto diffuso soprattutto per chi ha a che fare con capelli secchi e sfibrati.

Riempite una tazzina da caffè con il vostro balsamo preferito e aggiungete un cucchiaino di zucchero (se avete capelli molto lunghi mettete un altro cucchiaino di zucchero).

Mescolate il composto ottenuto e applicatelo sui capelli bagnati, massaggiando la cute con delicatezza (attenzione: non “grattate” il cuoio capelluto con le unghie, ma strofinate leggermente con i polpastrelli).

Risciacquate abbondantemente ed i vostri capelli vi ringrazieranno!

Consigli

Non dimenticare mai:

  • Districate sempre i ricci quando i capelli sono bagnati, per evitare che si formino nodi